Progetto A Diosa

Guarda il Video

Progetto A Diosa – “No Potho Reposare”

Nuoro si appresta a candidarsi come Capitale Italiana della Cultura per il 2020 e quale miglior biglietto da visita potrebbe offrire se non la più celebre canzone d’amore Sarda?

Nuoro ha scelto la canzone “Non Potho Reposare“, tratta dalla poesia “A Diosa” scritta nel 1915 dal poeta e avvocato sarulese Badore Sini e musicata con la collaborazione del compositore e maestro Giuseppe Rachel,  come porta bandiera per la propria candidatura a Capitale Italiana della Cultura.

Per l’occasione, grazie al Progetto A Diosa, i vari cori cittadini Coro di Nuoro”, “Coro Barbagia”, “Coro Ortobene”, “Amici del Folklore”, “Sos Canarjos”, “Nugoro Amada”, “Su Nugoresu”  e il tenore lirico Piero Pretti, nella parte del solista, uniranno le proprie forze e le proprie voci per interpretare la celebre canzone. La versione scelta per questo progetto è quella armonizzata nel 1953 e incisa per la prima volta nel 1966 dal maestro Banneddu Ruiu, celebre  compositore nuorese recentemente scomparso. Il direttore artistico del progetto sarà Alessandro Catte.


Spartito No Potho Reposare Progetto A Diosa - Non Photo Reposare
  • Sa bellesa 'e tramontos, de manzanus'alba, aurora, su sole lughente, sos profumos, sos cantos de veranu, sos zeffiros, sa brezza relughentede su mare, s'azzurru de su chelu, sas menzus cosas dò a tie, anghèlu.
  • Ti cherio abbrazzare egh’e basarepro ti versare s'anima in su coro; ma da lontanu ti deppo adorare. Pessande chi m'istimas mi ristoro, chi de sa vida nostra tela e tramashan sa matessi sorte prite m'amas.
  • Unu ritrattu s'essere pintore, un'istatua 'e marmu ti vachias’essere istadu eccellente iscultore, ma cun dolore naro: "Non d'ischia". Ma non balen a nudda marmu e telain cunfrontu 'e s'amore d'oro vela.
  • logo non photo reposare
  • Si sa lughe d'isteddos e de sole, si su bene chi v’est in s'universuare pothiu piccare in d'una mole, comente palumbaru m'ippo immersu in fundu de su mare a regalarea tie vida, sole, terra e mare.
  • Ses su sole ch'illuminat a mie, chi m'esaltat su coro e i sa mente; lizzu vroridu, candidu che nie, semper in coro meu ses presente. Amore meu, amore meu, amore, vive senz'amargura, nè dolore.
  • Amore meu, rosa profumada, amore meu, gravellu olezzante, amore, coro, immagine adorada. Amore, coro, so ispasimante, amore, ses su sole relughente, ch'ispuntat su manzanu in oriente.
  • logo non photo reposare
  • Si m'esseret possibile d'anghèlu, s'ispiritu invisibile piccavosas formas e furavo dae chelusu sole, sos isteddos e formavounu mundu bellissimu pro tenepro poder dispensare cada bene.
  • Amore meu, prenda d'istimare, s'affettu meu a tie solu est dau. S'are giuttu sas alas a bolaremilli vortas a s'ora ippo volau, pro venner nessi pro ti saludare, s'atera cosa nono a t'abbisare.
  • Non potho reposare amore, coro, pensende a tie so donzi momentu; no istes in tristura, prenda ‘e oro, nè in dispiaghere o pensamentu. T'assicuro ch'a tie solu bramo, ca t'amo forte, t'amo, t'amo, t'amo.
  • logo non photo reposare